Dal CGIE: per conto del Ministero (sic)

Forse anche il CGIE non serve a nulla mancando ogni sorta di critica a questi due capolavori ministeriali italioti:

bla..bla Il primo è relativo al catalogo “Vivere all’italiana”, edito da questo Ministero, e reperibile in formato elettronico al seguente link: https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2018/02/catalogo_vivere_italiana_2017.pdf

1423 pagine dove sono elencati anche i sospiri del MAE evidentemente tutto quello fatto non ha portato alcun vantaggio ai residenti all'estero altrimenti ce ne saremmo accorti.

Vi si troveranno elementi conoscitivi circa le attività messe in essere dalle Sedi all’estero nell’ultimo anno, per la promozione del nostro Paese, in tutti i campi che contraddistinguono l’”essere italiani”, dovunque nel mondo.



Il secondo link ci viene offerto senza avere nemmeno la decenza di tradurlo in Italiano il ministero degli esteri ITALIANO lo accetta in una lingua straniera + addirittura lo propone alle istituzioni italiane in lingua straniera (!) è relativo ai sistemi elettorali utilizzati negli altri Stati dell’Unione Europea, per l’elezione del Parlamento Europeo. Il documento è del 2014, e con esso si voleva rispondere al quesito del Cons. Ricci sul fatto che anche gli altri Stati prevedessero o meno il voto per i propri cittadini residenti all’estero. Il link è il seguente: http://www.europarl.europa.eu/RegData/etudes/STUD/2014/493047/IPOL-AFCO_ET(2014)493047_EN.pdf

Con l’augurio che questi approfondimenti possano esservi utili, inviamo i più cordiali saluti


Utile a mostrare che "il re MAE è nudo" e noi paghiamo i suoi vestiti. (EB)

17 January, 2018

A bordo fratelli! Il treno delle candidature....

Mentre assistiamo all'indecoroso arrembaggio al vagone delle elezioni che si terranno il 4 marzo 2018 in Italia. Noi 'Italiani all'estero" tra le tante differenze dovremo spedire la nostra scheda elettorale in anticipo.
aspettiamo istruzioni dalle autorità (in)competenti al riguardo.

Alcuni importanti eventi rischiano di sfuggire alla nostra attenzione.
Volutamente infatti vogliono tenerci all'oscuro di cosa accadrà dopo; infatti "passata la festa gabbatu lu Santo (elettore)".

Mi ripropongo valutare i singoli candidati che oggi vogliono far dimenticare quanto si sono disinteressati della Comunità alla quale oggi vengono a chiedere i voti sperando che noi si abbia la memoria corta e si dia (a lui) una buona jobba per i prossimi 5 anni.

Vi propongo il comunicato del Consiglio generale degli Italiani all'estero che lancia un grido di allarme emergendo dal coma istituzionale in cui è mantenuto dal PD che lo monopolizza (nessuno ha mai sentito parlare del rappresentante del Canada DiTrolio, che pure si candida alle elezioni?).:

https://twitter.com/EmiComites/status/953398111820505088

continua a leggere il comunicato.
Se invece vulete sapere di cosa parlano vedi la notizia appena accennata dall'aise
Oppure leggete qui a queste pagine:
Corriere del Veneto
Corriere del Veneto (2)
Gazzetta d'italia in Svizzera
Il fatto quotidiano
Il mattino (Napoli)
Il Nordest quotidiano
La Repubblica
E scusate se è poco....
Questo invece è : Il testo integrale del Tribunale di venezia


No comments: