La montagna (ri)partorisce il topolino

La festa degli Italiani annunciata agli italiani (mailing list del MAE per i connazionali) IN INGLESE: non mi pare di aver chiesto di essere contattato dal MIO governo in una lingua diversa dalla mia! (come si farà per cancellarsi? o dovrei dire "opt-out"?).

Ecco la chicca (compreso il link irraggiungibile creato da un cialtrone incompetente)


Dear Friends, for the fourth consecutive year, Toronto’s premier heritage attraction, Casa Loma will be transformed into “Castello Italia” on Sunday, June 3, 2018 to mark Italian National Day [Festa della Repubblica] and celebrate Italian Heritage Month in Canada. All co-organizers and sponsors have already distributed 3,000 passes in the last days. On May 17 at 10am, 1,000 additional passes will be available on Castello Italia website (http://www.castelloitalia.ca/). Un caro saluto a tutti. Giuseppe

---------------------------------------------------------------------------------------
Servizio di Mailing List del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
Consolato Generale d'Italia a Toronto - Canada
Mailing List Connazionali

14 May, 2018

RISTRUTTURARE CHUDLEIGH HOUSE: IL 28 MAGGIO A TORONTO NUOVA ASSEMBLEA PUBBLICA DI CONSOLATO E CIPBA

TORONTO\ aise\ - Chudleigh House è il nome con cui viene storicamente chiamato l’edificio che ospita il Consolato generale d’Italia a Toronto. In vista della riqualificazione della proprietà, il Consolato generale e la Canadian Italian Business and Professional Association (CIBPA) hanno convocato una nuova assemblea pubblica il 28 maggio, a partire dalle 18.30, nella sede del Consolato Generale.
Come per i precedenti, anche questo incontro è stato convocato per aggiornare la comunità italiana ed italo-canadese sulla potenziale ristrutturazione della proprietà sita al 136 Beverley Street a Toronto. 
Per partecipare occorre inviare una email all’indirizzo console.toronto@esteri.it. (aise)

09 May, 2018

Gramsci sconosciuto

LA “ROTTAMAZIONE”. «Una generazione che deprime la generazione precedente, che non riesce a vederne le grandezze e il significato necessario, non può che essere meschina e senza fiducia in se stessa… Nella svalutazione del passato è implicita una giustificazione della nullità del presente» (Quaderni).

06 May, 2018

Non ci resta che piangere....

Dal CGIE: per conto del Ministero (sic)



Forse anche il CGIE non serve a nulla mancando ogni sorta di critica a questi due capolavori ministeriali italioti:
bla..bla Il primo è relativo al catalogo “Vivere all’italiana”, edito da questo Ministero, e reperibile in formato elettronico al seguente link: https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2018/02/catalogo_vivere_italiana_2017.pdf
1423 pagine dove sono elencati anche i sospiri del MAE evidentemente tutto quello fatto non ha portato alcun vantaggio ai residenti all'estero altrimenti ce ne saremmo accorti.
Vi si troveranno elementi conoscitivi circa le attività messe in essere dalle Sedi all’estero nell’ultimo anno, per la promozione del nostro Paese, in tutti i campi che contraddistinguono l’”essere italiani”, dovunque nel mondo.


Il secondo link ci viene offerto senza avere nemmeno la decenza di tradurlo in Italiano il ministero degli esteri ITALIANO lo accetta in una lingua straniera + addirittura lo propone alle istituzioni italiane in lingua straniera (!) è relativo ai sistemi elettorali utilizzati negli altri Stati dell’Unione Europea, per l’elezione del Parlamento Europeo. Il documento è del 2014, e con esso si voleva rispondere al quesito del Cons. Ricci sul fatto che anche gli altri Stati prevedessero o meno il voto per i propri cittadini residenti all’estero. Il link è il seguente: http://www.europarl.europa.eu/RegData/etudes/STUD/2014/493047/IPOL-AFCO_ET(2014)493047_EN.pdf
Con l’augurio che questi approfondimenti possano esservi utili, inviamo i più cordiali saluti

Utile a mostrare che "il re MAE è nudo" e noi paghiamo i suoi vestiti. (EB)

08 April, 2018

SPID Un pasticcio peggio del buco per chi vive all'estero

Aggiornamento al 9 maggio 2018: dopo un mese nessuna risposta. Come valutare tale risultato? qualcuno a esperienze e/o risultati diversi?

SPID

Non è una parolaccia ma oggi è l'ennesima prova che degli italiani all'estero non frega niente a nessuno infatti è stato attivato (e tra un po' sarà necessario per le pratiche con le Amministrazioni: INPS, comuni, Ministeri, poste ecc.) o almeno così dicono sempre che non finisca come la PEC (vedere più sotto in questa pagina)
Ma proviamo a richiedere il nostro codice che (dice il sito del Governo) è previsto anche per noi che siamo all'estero ai quali è richiesto:

SE RISIEDI ALL'ESTERO

  • un indirizzo e-mail facile ce l'ho
  • il numero di telefono del cellulare che usi normalmente  ok
  • un documento di identità italiano valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente)* ho il passaporto
  • il tuo codice fiscale  ce l'ho (o posso chiederlo al Consolato o al Patronato)
* Durante la registrazione può esser necessario fotografarli e allegarli al form che compilerai.
Quindi proviamo:
Dice l'illuminato che ha scritto le istruzioni:

Cosa devi fare per ottenere SPID Scegli uno degli 8 Identity provider (SIC!)e registrati sul loro sito.
La registrazione consiste in 3 step:

  • Inserisci i dati anagrafici
  • Crea le tue credenziali SPID
  • Effettua il riconoscimento
I tempi di rilascio dell'identità digitale dipendono dai singoli Identity Provider.

Ecco la lista dei Provider: in Italiano avrebbero dovuto scrivere "Fornitori"ma si sa che l'ignoranza delle lingua italiana è diffusa tra i politici e i loro sottopancia.


Scegliamone uno a caso tra quelli che operano nel mondo oltre che in Italia (IT = tutti e 8) o in Europa (solo 6)  all'estero operano solo 5 fornitori.
Ho scelto Sielte e compilato tutti i campi richiesti.
Un problema Chiede una casella postale certificata PEC che nessun residente estero può ottenere e che si è rivelata una iniziativa FALLITA e rimasta come un coccodrillo morto nella vasca da bagno dell'amministrazione.
Non ho potuto mettere nulla e sono andato avanti.
Le verifiche mi hanno detto di aspettare la email di conferma per procedere.
È domenica e di certo non mi aspetto che una organizzazione italiana on line funzioni "round the clock = sempre" e mi accontento aspettando una mail o un SMS.
Aspetto quindi: il Codice OTP (che c..o significherà?) atteso via telefono cellulare e posso "Prendere visione di 149 (dicesi CENTOQUARANTANOVE) pagine di contratto, forse serve un legale, avvocato o notaio?
PROBLEMA: i residenti all'estero NON hanno la Tessera Sanitaria! Vuoi vedere che dopo tutto questo ambaradan (!) cui lavoro da  ore dovrò arrendermi?
Lo scopriremo su questi schermi.
Se poi voleste replicare la mia esperienza e darmi le vostre conclusioni sarà un aiuto a cercare di rivalutare quella nazione e quel popolo che abbiamo lasciato "speravamo" in mani migliori delle nostre quando siamo partiti.